Chiostro degli Agostiniani

SAC-B-031

Il convento fu fondato dai Frati Minori Conventuali nella metà del XV secolo. Tracce documentarie sono riscontrabili in un elenco di fondazioni conventuali del 1464. Il convento fu soppresso una prima volta nel 1809, per cui i Conventuali furono costretti ad abbandonarlo...

Il convento fu fondato dai Frati Minori Conventuali nella metà del XV secolo. Tracce documentarie sono riscontrabili in un elenco di fondazioni conventuali del 1464. Il convento fu soppresso una prima volta nel 1809, per cui i Conventuali furono costretti ad abbandonarlo. Nel 1843 fu affidato ai Padri Agostiniani, come dipendenza del convento di Sogliano Cavour. Questi vi rimasero fino al 1866 quando vi fu ancora una volta la soppressione degli ordini religiosi e la confisca dei loro beni. Delle redazioni architettoniche susseguitesi, è possibile accertarne l'esistenza di almeno tre; una quattrocentesca, un'altra di inizio Seicento, una terza, infine, tardo settecentesca. L'attuale fabbrica, edificata dal 1789 al 1801, presenta una facciata divisa in due ordini. L'ordine inferiore è scandito da sei lesene corinzie che fanno da cornice al portale d'ingresso e allo stemma dei Frati Minori. L'ordine superiore, raccordato al primo da due volute con le statue di San Paolo e San Bonaventura, ospita un finestrone centrale e termina con un elaborato frontone sormontato dalla statua dell'Immacolata.

Latitudine 40°05'32.80”N
Longitudine 18°17'44.77”E

Scopri le

Risorse correlate

A Scorrano, anticamente, esistevano due chiese intitolate a San Giovanni rispettivamente al Battista e all’Evangelista, entrambe edificate in piazza Municipio, l’antica piazza del paese.Di esse non si conosce con esattezza la data di costruzione. I riferimenti sono infatti pochi...

Attraverso la mia storia si percorre il passaggio dal rito greco-bizantino a quello latino nella cittadina di Scorrano. L'arrivo dei frati minori conventuali nel XV secolo, infatti, fu voluto dalla feudataria Raimondina Centelles, subordinata al Principato di Taranto...

Un’area che nel corso degli ultimi decenni del XX secolo ha avuto vicissitudini che ne hanno deturpato l’aspetto, rendendo necessario uno sforzo collegiale per sopperire ad anni di trascuratezza e abbandono...