La “Favorita”

SAC-B-030

Un’area che nel corso degli ultimi decenni del XX secolo ha avuto vicissitudini che ne hanno deturpato l’aspetto, rendendo necessario uno sforzo collegiale per sopperire ad anni di trascuratezza e abbandono...

Un’area che nel corso degli ultimi decenni del XX secolo ha avuto vicissitudini che ne hanno deturpato l’aspetto, rendendo necessario uno sforzo collegiale per sopperire ad anni di trascuratezza e abbandono.
In questo contesto si sono sviluppati progetti che hanno portato alla caratterizzazione ambientale della “favorita”, in un lento processo di cambiamento affinché io sia considerata elemento di valore, piuttosto che detrattore di paesaggio.
“Favorita” è il toponimo con cui gli scorranesi si riferiscono al territorio circostante, probabilmente riferito al fatto che fossi un’area dedicata alla donna prediletta dal feudatario locale. Sono anche denominata Curte Sciudeu, rimandando l’appartenenza a una antica famiglia ebraica.
Nell’area sud del Parco, la piantumazione di specie di flora mediterranea aiuta ad aumentare i livelli di biodiversità, messi in crisi, negli ultimi anni, dal massiccio uso della chimica in agricoltura. Al tempo stesso, un laghetto temporaneo artificiale conserva le acque meteoriche, in connessione con il sistema di laghetti temporanei che, sempre nel territorio di Scorrano, si creano poco lontano, e che offrono ristoro e sosta per numerose specie di uccelli migratori e di avifauna in generale.

Latitudine 40°04'56.27”N
Longitudine 18°16'37.29”E

Scopri le

Risorse correlate

A Scorrano, anticamente, esistevano due chiese intitolate a San Giovanni rispettivamente al Battista e all’Evangelista, entrambe edificate in piazza Municipio, l’antica piazza del paese.Di esse non si conosce con esattezza la data di costruzione. I riferimenti sono infatti pochi...

Attraverso la mia storia si percorre il passaggio dal rito greco-bizantino a quello latino nella cittadina di Scorrano. L'arrivo dei frati minori conventuali nel XV secolo, infatti, fu voluto dalla feudataria Raimondina Centelles, subordinata al Principato di Taranto...

Il convento fu fondato dai Frati Minori Conventuali nella metà del XV secolo. Tracce documentarie sono riscontrabili in un elenco di fondazioni conventuali del 1464. Il convento fu soppresso una prima volta nel 1809, per cui i Conventuali furono costretti ad abbandonarlo...