Interconnessioni – Laboratorio di mobilità

SAC-B-050

Sono l’infrastruttura fisica su cui si costruisce il concetto di Parco Agricolo Multifunzionale dei Paduli.
Il recupero della mia fitta rete viaria interpoderale nasce con l’obiettivo di mettere in collegamento le aree rurali ricadenti nel Parco con i piccoli centri abitati che ne formano la...

Sono l’infrastruttura fisica su cui si costruisce il concetto di Parco Agricolo Multifunzionale dei Paduli.
Il recupero della mia fitta rete viaria interpoderale nasce con l’obiettivo di mettere in collegamento le aree rurali ricadenti nel Parco con i piccoli centri abitati che ne formano la corona circostante, recuperando le relazioni tra la vita degli abitanti, la città e la campagna e intrecciando la salvaguardia e la tutela delle testimonianze storico culturali, con la difesa della funzione economica dell’agricoltura, che ha segnato la storia dello sviluppo economico di questa area.
L’idea generale è quella di integrare, in un unico piano di connessione, gli usi spontanei della comunità con i servizi, le attività produttive legate all’agricoltura, le architetture, la storia, la cultura popolare e il paesaggio, rendendo accessibili tanto i beni materiali quanto quelli immateriali, relativi alla cultura e al vissuto delle comunità locali.
In questo modo, al fruitore del Parco viene proposto un inedito percorso di conoscenza del territorio, che si estende per circa 48 chilometri, lungo strette stradine che attraversano diversi tipi di paesaggio, da quello agricolo e naturale a quello urbano dei centri storici, connettendosi al sistema delle ciclovie e consentendo un’accessibilità lenta, agevole ma al tempo stesso labirintica e suggestiva, guidata da un sistema di segnaletica verticale (alberi segnaletici) e orizzontale (infocircle).
Nella struttura delle ex case minime di San Cassiano, in via della Vittoria 151, ha sede il Laboratorio Mobilità del Parco Paduli, in un immobile, nato per le famiglie meno abbienti, risalente agli anni 30, primissimo esempio di edilizia popolare, ristrutturato e destinato, al piano terra, a front-office a cui ne è stato aggiunto un secondo, destinato a foresteria.

Latitudine 40° 3'15.04"N
Longitudine 18°19'42.72"E

Scopri le

Risorse correlate

Come altri luoghi di culto ipogei presenti sul territorio salentino, anche la mia struttura si inserisce nel complesso sistema di abitazioni rupestri che rientra nell'ampio contesto degli insediamenti rurali medievali.Pochi passi mi separano da piazza Cito...

Mi trovo lungo via del Crocefisso, su un leggero declivio, nello stesso luogo in cui sorgeva l'antica chiesa Matrice dedicata a San Cassiano. Di essa si trova descrizione nella vista pastorale del 1522 e in quelle della prima metà del 1600, dove viene indicata come un luogo antico...

Le vicende storiche che mi sono appartenute seguirono quelle del casale di San Cassiano.Non si sa, infatti, se il vecchio castello, probabilmente rappresentato da una struttura turriforme posta a difesa della comunità, si trovasse nello stesso sito di oggi o nelle immediate vicinanze...

Sono stato acquisito nell’ambito nel progetto di rigenerazione urbana “Parco Paduli tra ulivi, pietre e icone” adottato nel 2011 dai dieci comuni afferenti al Parco dei Paduli, e rappresento il luogo in cui “pubblicamente” si sperimenta la multifunzionalità agricola, modalità inedita con cui...