Ex convento dei padri riformati

SAC-B-068

Dedicato a Sant'Antonio da Padova, in adiacenza alla chiesa dedicata al Santo, realizzata su autorizzazione dall'Arcivescovo di Otranto, Diego Lopez De Andrada degli Eremitani di Sant'Agostino, sono stato edificato dai Padri Riformati nel XVII secolo (1624-1628)...

Dedicato a Sant'Antonio da Padova, in adiacenza alla chiesa dedicata al Santo, realizzata su autorizzazione dall'Arcivescovo di Otranto, Diego Lopez De Andrada degli Eremitani di Sant'Agostino, sono stato edificato dai Padri Riformati nel XVII secolo (1624-1628).

Realizzato secondo i modelli edilizi francescani, in linea con i canoni di povertà francescani, ho un ampio orto, tipico delle architetture conventuali francescane, un piano terra e un primo piano Altro elemento caratteristico è il chiostro quadrato con due arcate a tutto sesto per lato, al cui centro è posta una vera da pozzo che cela l’imboccatura di una cisterna. L’interno è costituito da tipiche stanzette con copertura a botte e corridoi larghi 1,80m. La chiesa attigua si presenta di dimensioni ridotte, concepita come un tempietto a pianta quadrata diviso in un’aula rettangolare e in una navata laterale, scandita da profonde cappelle intercomunicanti. Insieme ad essa, sono stato ristrutturato ed ampliato intorno al 1776. A tale periodo risalgono gli eleganti apparati pittorici, le cornici dipinte e gli stucchi che sono ancora visibili in diversi ambienti del convento quali l’ex biblioteca, l’ex refettorio e numerose celle monastiche.

Latitudine 40° 5'27.75"N
Longitudine 18°25'11.63"E

Scopri le

Risorse correlate

Sono una struttura megalitica costruita migliaia di anni fa, uno dei monumenti preistorici più rappresentativi del territorio salentino. Immerso nella campagna, dalla quale prendo il nome, sono costituito da una lastra calcarea orizzontale, di metri 3.80 x 2.50, sollevata di circa un metro...