Architetture

La chiesa presenta un impianto basilicale a tre navate divise da grossi pilastri quadrangolari, con tre absidi, mentre le pareti laterali sono scandite da nicchie irregolari poco profonde...

Sono nato intorno agli inizi del XX secolo come edificio per l’esposizione di mobili ed opificio dei fratelli Piccinno. Ero uno stabilimento di ebanisteria molto in voga in quegli anni, la mia produzione di mobili era elegante e raffinata ma sopratutto artigianale...

Situata a Sud-Est della periferia di Maglie sono lunga circa 550 metri e rappresento l'asse viario principale dell'antica masseria "delle Franite" collegandola ai suoi terreni e alla vecchia via di Muro Leccese, sostituita oggi dalla Strada Provinciale...

Mi trovo nel centro di Maglie sull’omonima piazza. Mi realizzò l’ingegnere Tommaso Piscopo di Poggiardo, che nel 1874 consegnò i lavori al mio vecchio padrone, il senatore Achille Tamborino...

Durante il medioevo era solito incontrare lungo i miei sentieri viandanti e pellegrini, intenti a raggiungere il Santuario di Santa Maria de Finibus Terrae; al sicuro da predoni e ladruncoli...

Negli itinerari pugliesi medievali importante era il pellegrinaggio verso il Santuario di Leuca. Dopo aver superato il territorio di Supersano, i viandanti si ritrovavano a sostare sul punto più alto del circondario, la Madonna della Serra di Ruffano..

Costruito nel 1621, rappresento la semplicità e la bellezza del vivere francescano”. Alla mia edificazione contribuì il barone Francesco Filomarino, feudatario di Ruffano dal 1607 al 1626...

Mi trovo sull’altura della Serra di Casarano, in località Manfio nel territorio di Ruffano. Lo sguardo si perde sull’ampia linea dell’orizzonte, dove l’atmosfera limpida fa riconoscere il mare di Gallipoli e le marine di Ugento. Di me stupisce un particolare...

Il Castello (residenza baronale), situato nel punto più alto del paese, venne edificato dai Brancaccio nel 1626. Privo di apparato di difesa, presenta le caratteristiche architettoniche di un grande palazzo baronale, dimora signorile...

Sorgo all'interno di un'antica masseria in Contrada Magnone ai margini di un'area boscosa caratterizzata dalla presenza di pini, eucalipti e querce. Nelle sale sono state sviluppate tre importanti tematiche: la civiltà contadina, il bosco e le fonti energetiche e rinnovabili...

Sono un’imponente struttura fortificata che domina Piazza del Popolo, una costruzione cinquecentesca che presenta importanti rifacimenti, opera dei marchesi Protonobilissimo feudatari di Specchia tra Seicento e Settecento...

A Scorrano, anticamente, esistevano due chiese intitolate a San Giovanni rispettivamente al Battista e all’Evangelista, entrambe edificate in piazza Municipio, l’antica piazza del paese.Di esse non si conosce con esattezza la data di costruzione. I riferimenti sono infatti pochi...

Attraverso la mia storia si percorre il passaggio dal rito greco-bizantino a quello latino nella cittadina di Scorrano. L'arrivo dei frati minori conventuali nel XV secolo, infatti, fu voluto dalla feudataria Raimondina Centelles, subordinata al Principato di Taranto...

Il convento fu fondato dai Frati Minori Conventuali nella metà del XV secolo. Tracce documentarie sono riscontrabili in un elenco di fondazioni conventuali del 1464. Il convento fu soppresso una prima volta nel 1809, per cui i Conventuali furono costretti ad abbandonarlo...

Sono nato per ospitare uno degli eventi più attesi e di risalto del Salento, dalla storia molto antica. Le prime tracce della fiera di Miggiano si perdono nella notte dei tempi, legate a ritualità di origine greca e latina, alla base dei grandi mercati, come le “Nundine” che nell’antica Roma...

Nel cuore del centro storico di Miggiano, accolgo arte e creatività. Una sala teatro ospito laboratori, corsi e rappresentazioni sceniche, favorendo l’inclusione sociale, specialmente quella a vantaggio delle fasce deboli...

Mi chiamo “Mammanu”, dal soprannome della famiglia a cui appartenevo, in dialetto leccese, rimanda al mestiere dell’ostetrica, la mammana.Il nome della strada in cui mi trovo, via Borgo Orto Preti, rimanda, in antico, a proprietà del capitolo parrocchiale...

Oltre ad ospitare l’orologio, in passato ero anche la sede in cui si discuteva degli affari pubblici, la Municipalità di Spongano, come testimonia un'antica iscrizione.La mia edificazione risale alla seconda metà del Settecento...

I menhir, monoliti verticali di altezza variabile, generalmente non superiore ai 5 metri, chiamati anche “pietrefitte”, si suppone avessero uno scopo religioso o fossero legati a riti della fertilità. Essi, insieme ai dolmen, strutture composte da più blocchi di pietra...

Prima di essere acquisito dal Comune, sono stato di proprietà della famiglia De Donno. Mi sviluppo su tre piani: ipogeo, terra e primo.L'invaso ipogeo, secondo il Catasto Onciario di Cursi del 1745, funzionava come frantoio oleario, apparteneva al feudatario del luogo, il Principe Cicinelli...

Per tutelare, promuovere e valorizzare la cultura materiale delle cave e della pietra sono nato a Cursi nell’anno duemila: sono l’Ecomuseo della Pietra Leccese. Le mie finalità si rivolgono alle tecniche estrattive e di lavorazione, alle metodologie di impiego...

Mi trovo lungo via del Crocefisso, su un leggero declivio, nello stesso luogo in cui sorgeva l'antica chiesa Matrice dedicata a San Cassiano. Di essa si trova descrizione nella vista pastorale del 1522 e in quelle della prima metà del 1600, dove viene indicata come un luogo antico...

Le vicende storiche che mi sono appartenute seguirono quelle del casale di San Cassiano.Non si sa, infatti, se il vecchio castello, probabilmente rappresentato da una struttura turriforme posta a difesa della comunità, si trovasse nello stesso sito di oggi o nelle immediate vicinanze...

Come spesso è accaduto anche per altri palazzi nobiliari, sono il risultato di varie stratificazioni edilizie che hanno risentito delle vicende feudali che hanno interessato il territorio di Nociglia.La mia natura di “palazzo nobiliare” nasce da un ampliamento della struttura fortificata...

Come uno scrigno nascondo un tesoro, la vera e propria perla del centro storico di Nociglia.Lo stile della mia facciata si conforma al gusto ottocentesco che aveva ispirato il Barone Filippo Bacile di Castiglione nella costruzione della chiesa Matrice di San Nicola, iniziata nel 1869...

L’area archeologica di località Scorpo è uno dei siti di età altomedievale più interessanti indagati in Italia meridionale negli ultimi anni. L’insediamento è stato scoperto nel 1999 a seguito di uno sterro abusivo, che ha intaccato profondamente una parte delle strutture del sito...

La mia storia ha seguito le vicende feudali del casale di Botrugno. I Maramonte, tra le più potenti famiglie di Terra d'Otranto, acquisirono il possesso del feudo di Botrugno nel XIII secolo e lo detennero sino alla metà del XVII, legandosi ad altre famiglie nobiliari...

Dopo anni di abbandono, ormai ridotta ad un rudere, agli inizi del XXI secolo sono stata sottoposta a estesi e radicali lavori di restauro. Non si conosce con esattezza la data ed i motivi della mia fondazione, tuttavia, ero già esistente nella seconda metà del XV secolo, intitolata a San Solomo...

Sono allestito nelle sale degli ex magazzini del Palazzo Marchesale, databili tra il 1200 e il 1300. In questa antica dimora storica, ricca di arte con le sue stanze dipinte e i suoi mosaici, sono nato per stimolare la conoscenza della storia delle forze armate d’Italia...

Piazza IV novembre, sulla quale mi affaccio, connette in un unico asse viario via San Donato e via Sant'Angelo, collegate all'attuale strada Maglie - Santa Maria di Leuca ed all'antico percorso dei pellegrini che si recavano al santuario mariano...

Anticamente i vigneti ricoprivano quasi completamente le campagne di Montesano, simbolo di una società contadina e di un’economia un tempo fiorente ormai rimaste marginali.Nel piccolo centro, infatti, ci si riferisce con nostalgia ai tempi “de la vigna a menzu ‘a chiazza”...

Mi trovo lungo la strada principale di Montesano, che mette in comunicazione la chiesa matrice con l'antico santuario di San Donato. La mia struttura rimanda all’abside di un'ipotetica chiesa all’aperto. Venni realizzato da Silvano Lecci, capomastro montesanese, esempio dell’abilità di un’antica...

Sono a pianta basilicale, quattro pilastri dividono il mio corpo in tre navate terminanti in altrettante absidi.Sono stata costruita con conci di pietra locale ben squadrati, tecnica tipica degli edifici salentini realizzati intorno al XII secolo...

Probabilmente le mie origini sono databili al XV secolo e nonostante le importanti modifiche che ho subito nel tempo, pare che la mia fisionomia originaria non sia stata cambiata. Rappresento un quadrilatero di cortine con torri quadrangolari ai vertici, delimitanti una struttura a due piani...

Gran parte delle “Università”, ovvero le antiche municipalità cittadine, diventarono Comuni dopo l'arrivo dei francesi, che avvenne alla fine del XVIII secolo, i quali apportarono novità legislative nel sistema sociale e civile dell'Italia meridionale...

Non si conosce la mano che mi costruì, né la data esatta, tuttavia, il titolo di “Madonna di Leuca” e la mia collocazione geografica rendono chiare le mie funzioni, come luogo di sosta e di ristoro per i pellegrini che un tempo percorrevano molti chilometri a piedi diretti al Santuario...

Dedicato a Sant'Antonio da Padova, in adiacenza alla chiesa dedicata al Santo, realizzata su autorizzazione dall'Arcivescovo di Otranto, Diego Lopez De Andrada degli Eremitani di Sant'Agostino, sono stato edificato dai Padri Riformati nel XVII secolo (1624-1628)...

Sono una struttura megalitica costruita migliaia di anni fa, uno dei monumenti preistorici più rappresentativi del territorio salentino. Immerso nella campagna, dalla quale prendo il nome, sono costituito da una lastra calcarea orizzontale, di metri 3.80 x 2.50, sollevata di circa un metro...

Ricado nell’area di riferimento del Parco Agricolo Multifunzionale dei Paduli. Di proprietà del comune di Surano, sebbene l’agro sia quello di Nociglia, sono inserita nel sistema di interconnessioni del Parco. Anche qui, infatti, si sperimenta un albergo diffuso e biodegradabile...

1 - 39 di 39